Esempi di Amore in azione, Servizi, note di meditazione

Suor Giuseppina De Muro, “il bene” e la “Vita” per i detenuti alle Nuove di Torino



“Per questi reclusi, era «Resistenza» la preghiera e l’aiuto fraterno. Il sacramentino padre Giuseppe Missaglia scrisse a suor Giuseppina il 7 novembre 1944 (dall’Ospizio S. Famiglia di Cesano Boscone – Milano, dove era stato confinato dai nazisti dopo la carcerazione a Le Nuove) confidando il proprio impegno a far sì che la fede «non si frantumasse in tanti frammenti inutili, ma invece venisse avvalorata per il nostro e l’altrui bene. Grazie Madre e di tutto cuore. Al sollievo delle Sue parole, al conforto del suo interessamento sempre intuitivo quanto efficace Ella ha unito ancora l’edificazione calda e preziosa della sua carità. A tutti i suoi detenuti possa fare il bene che ha fatto a noi». – “


“Ancora a proposito di suor Giuseppina il Comitato di Liberazione scrisse: «Gli sbirri la minacciarono, la Direzione la diffidò, Ella lasciava dire e tornava tra i suoi partigiani… era la Vita che ci veniva incontro». – “


Per leggere l’intero articolo: http://www.lavocedeltempo.it/Cultura/Settant-anni-dalla-Liberazione



suor-De-Muro


Figlie della Carità | News | On line | Storie di Carità | Suor De Muro FdC

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>