Esempi di Amore in azione, Servizi, note di meditazione

Assemblea Provinciale 2008 n.2: 23 – 27 luglio

 

23 luglio 2008

 

Abbiamo avuto fra noi, il dottor Dovis, direttore della Caritas Diocesana di Torino e grande amico dei Vincenziani, lui stesso, ci ha detto, si sente vincenziano “ad honorem”, scherzando sull’onoreficenza (la cittadinanza onoraria) ricevuta recentemente dal Comune di Torino.

 

“La migrazione non è un’emergenza, ma dobbiamo considerarlo un fatto strutturale della nostra società… L’integrazione non è né paternalismo, né buonismo…

La Carità cristiana non è la solidarietà illuministica, non è semplice attenzione all’altro, ma è farsi carico dell’altro, pagare per lui…

Il bene comune è un prodotto: nessuno può essere pari a 0, altrimenti si annulla il bene di tutti… Diritti e doveri, questi ultimi commisurati alle spalle del migrante… Non accoglienza acritica, perpetua nelle sue forme, ma una vera promozione umana… Fondamentale è affrontare la questione non individualmente, ma mediante un attento, continuo discernimento comunitario. “

 

 

24 luglio 2008

Una giornata all’insegna del “LAVORO COOPERATIVO”

 

Siamo nel pieno del lavoro assembleare sulle sintesi dei nostri elaborati locali. Un metodo per molte nuovo, il “lavoro cooperativo”, aiuta l’efficacia e la creatività delle nostre condivisioni.

Una sorta di “Corrierino” viene affisso, è il caso di dire letteralmente, nel grande corridoio della Casa Provinciale, in cui campeggiano i preziosi disegni di suor M.Cristina Tola inviati dal Chile.

 

 

25 luglio 2008

 

Giornata dedicata alle Giovani Suore, alla Pastorale Giovanile e alla riconfigurazione, ridimensionamento delle Province. Le nostre Giovani Suore, ci hanno offerto una bella ed incisiva Relazione.

 

“Nella finalità della vita comunitaria, e cioè nel servizio ai Poveri, si ritrova l’identità e la motivazione profonda della nostra vita fraterna. Solo guardando all’obiettivo ci si rende conto che a volte le difficoltà relazionali sono marginali rispetto all’immenso bene che ogni Comunità locale permette di attuare per i Poveri.

Giustizia è: non improvvisare nessun tipo di servizio. Per dare ai poveri “la parte migliore”, forse sarebbe più onesto non prestare determinati servizi se non siamo in grado di essere reali strumenti di promozione e di evangelizzazione!

Non temete di proporci dei modelli formativi esigenti! Aiutateci a non rincorrere il modello dell’eterno adolescente a carico dei genitori perché domani i Poveri ci chiederanno conto della nostra incapacità di servirli, come un qualsiasi padrone farebbe con la sua serva.”

 

 

La Pastorale Giovanile prima, con gli interventi di suor Adele Sala e suor Lucia Gambaro, e il Ridimensionamento, hanno avviato un interessante, ricco e proficuo dibattito che ha portato alla formulazione di nuove proposte da aggiungere ai lavori di sintesi delle Assemblee Domestiche.

 

 

Dopocena, sono stati presentati, tra l’altro, filmati sulla Casa Divina Provvidenza di Dronero e sulla Giornata Mariana a Visano.

 

 

 

26 luglio 2008

Guardando al futuro

 

Ultimo giorno di lavori assembleari, anche se, in realtà, la vera chiusura dell’Assemblea Provinciale avverrà domenica 27 luglio, alle 17, nella Chiesa Parrocchiale di Casatisma, a conclusione della giornata di pellegrinaggio sui luoghi dellu2019infanzia e giovinezza della Beata Nicoli.

 

 

La Direttrice del Seminario Interprovinciale, suor Adele Bollati FdC, ha presentato una Relazione sul tema della formazione:

 

“E’ vero che la formazione è strettamente legata al fine specifico della Compagnia, tuttavia deve essere considerata e continuamente riveduta ed attuata tenendo presenti sia la giovane in questione sia la nuova realtà sociale, religiosa, il cambio di mentalità, la maggior collaborazione tra Istituti Religiosi, la presenza di diverse culture e religioni.

E’ indispensabile che la Comunità renda visibile il Carisma attraverso l’esistenza concreta e lo spirito che lo anima. E’ importante scoprire con le giovani i risvolti delle loro personalità, al di là della parole e dei comportamenti, al di là delle apparenze e delle evidenze, non dimenticando che sono e restano sempre “un mistero” a cui dobbiamo accostarci con umiltà, delicatezza, rispetto e discrezione. Una domanda da porci: cosa vuole dirci il Signore attraverso il dono di queste Sorelle che a volte sono scomode, perché ci interpellano e pretendono di cambiare un nostro modo di vivere e di vedere?..

Le giovani sono diverse, poche, ma, forse, è in loro che dobbiamo cogliere il messaggio del Signore. E’ una sfida anche per le nostra Comunità.

 

 

Sono stati poi consegnati gli ultimi Documenti Assembleari, presentate le Norme Provinciali ed elette le 2 Delegate per l’Assemblea Generale 2009 di Parigi: suor Cristina Conti e suor Liliana Aragno.

 

 

 

A suggello della Celebrazione Eucaristica conclusiva, ad ogni Casa della Provincia è stato consegnato un quadro della Beata Nicoli, patrona dell’Assemblea…

 

“Tornando a casa, dopo questa Assemblea Provinciale applichiamoci davvero, con la grazia di Dio, ad un rinnovato impegno nella vita spirituale vivendo la spiritualità di comunione lasciando che la carità dilati la comunione in una rinnovata missione contagiando il Carisma a tutti, in particolare ai giovani… Il Signore benedica ciascuna di noi e i Poveri che serviamo.”

suor Maria Pia Bertaglia FdC, Visitatrice

 

 

27 luglio 2008

Una giornata di ringraziamento alla Beata Nicoli, per il dono vissuto dell’Assemblea Provinciale.

Eccoci in ascolto, accompagnate da padre Antonello CM, presso le Agostiniane di Voghera, dove suor Giuseppina compì i suoi primi studi.

Dopo aver visitato la Chiesa della Madonna del Carmine e il Duomo di Voghera – dove abbiamo vissuto l’emozione di vedere, toccare, leggere alcune lettere manoscritte dalla Beata appena ritrovate negli Archivi del Duomo – , eccoci a Casatisma, davanti alla casa natale di suor Giuseppina.

La Parrocchia di Casatisma, intitolata a San Guniforto Martire, con i suoi infaticabili sacerdoti, ha promosso una giornata di preghiera ed adorazione, denominata “Ai piedi di Gesù con la Beata Nicoli”. Prima della Celebrazione Eucaristica, insieme ai convenuti, abbiamo vissuto un momento di preghiera presso il Battistero ed il Crocefisso ai cui piedi la Beata Nicoli pregava.

 

Un raggio di sole (quasi la presenza viva della Grazia!) illumina i saluti finali ai parenti della Beata, sempre presenti agli eventi a Lei dedicati.

 

 

BUON RIENTRO nelle proprie Comunità A TUTTE! Per divenire sempre più SEGNO DI PROFEZIA E SPERANZA ORA E OVUNQUE!

 

 

Archivio News | News

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>